10 Titoli che non deluderanno nel medio periodo, secondo SG

10 Titoli che non deluderanno nel medio periodo, secondo SG

 

In base al parere degli analisti di Sociètè Gènèrale possiamo ottenere la classifica sotto riportata, l’articolo originale è tratto dal sito Milano Finanza e poi leggerlo qui.

In questa classifica come noti molte società sono ottime pagatrici di dividendi, l’unica osservazione che mi permetto di mettere in evidenza è che la sede fiscale di molte di queste aziende si trova in paesi con una tassazione sui dividendi molto penalizzante per il cittadino non residente in quella Nazione. Analizzare al netto il dividendo sarebbe la cosa più sensata da fare in questi casi.

Trovate l’elenco delle tassazioni per paese nella nostra pagina dedicata alla fiscalità raggiungibile da menù.

1) Heineken. Target price di 113 euro (total return del 17%) per la multinazionale olandese, che secondo gli analisti è posizionata meglio dei concorrenti sia in termini di potenzialità di crescita dei ricavi che di espansione dei margini reddituali. Il titolo, che capitalizza 56 miliardi di euro, é scambiato 20,5 volte l’utile 2018 e 18,2 quello del prossimo esercizio. Il rendimento della cedola è 1,5% in entrambi gli esercizi.

2) Danone . La multinazionale francese del food ha un target price di 86 euro (total return del 9%) con rating buy, perchè gli obiettivi ambiziosi di crescita che ha fissato per i prossimi esercizi sembrano raggiungibili. Il titolo, che capitalizza 52,5 miliardi di euro, tratta 21,4 volte l’utile 2019 e 19 quello del 2020. Il dividend yield è 2,6% nel 2019 e 2,9% nel 2020.

3) Novartis. Il prezzo obiettivo del gruppo farmaceutico è 105 franchi svizzeri, che corrisponde a un total return del 22,7% dalle quotazioni attuali. Nei prossimi anni crescerà più dei competitor (l’utile per azione è stimato in aumento del 9% nel 2018-23 contro una media settoriale del 7%) e ci sarà spazio per altre sorprese positive. Il rendimento della cedola è 3,4% nel 2019 e 3,5% nel 2020. Il titolo, che capitalizza 206 miliardi di franchi, é scambiato 17 volte l’utile 2019 e 15 quello del prossimo esercizio.

4) Axa . Prezzo obiettivo di 30 euro (total return del 40%) per la compagnia assicurativa che alle quotazioni attuale ha una valutazione molto attraente, visto che è scambiata su livelli inferiori alla media settoriale. Le prospettive sono inoltre migliori dei competitor, a fronte di un solido bilancio e di un Core solvency II ratio del 157%, fra i maggiori del comparto. Il titolo, che capitalizza 53,4 miliardi di euro, ha un rendimento della cedola del 6,6% nel 2019 e del 7% nel prossimo.

5) Sap . Prezzo obiettivo di 131 euro (total return del 21%) per il colosso francese del software, che secondo gli analisti è posizionato meglio dei concorrenti sia in termini di potenzialità di crescita dei ricavi che di espansione dei margini. Il titolo, che capitalizza 130,5 miliardi di euro, é scambiato 22 volte l’utile 2019 e 20 quello del prossimo esercizio. Il rendimento della cedola è 1,4% in entrambi gli esercizi.

6) Allianz  . Target price di 240 euro (total return del 18,8%) per il colosso assocurativo che capitalizza 87,5 miliardi di euro. I punti di forza sono, secondo gli analisti, la solidità dei fondamentali, la crescita attesa degli utile e l’esposizione ai trend più promettenti del mercato. Interessante anche il dividend yield del 4,6% nel 2019 e del 4,9% nel 2020.

7) Total . Il gigante petrolifero francese merita un prezzo obiettivo di 60 euro, che implica un total return del 34,6%, grazie al forte posizionamento di mercato e alle prospettive di ulteriore crescita. Il titolo, che capitalizza 115,6 miliardi di euro, ha un rendimento della cedola del 5,8% nel 2019 e del 6,1% nel 2020, mentre il p/e (prezzo/Utile) scende da 11,3 a 10,2.

8) AstraZeneca. Target price di 10.500 pence, che implica un total return del 55,4%, con rating buy (comprare), perché ha il potenziale per triplicare l’utile nei prossimi cinque anni. Il titolo, che capitalizza 87,4 miliardi di sterline, ha un dividend yield del 3,3% sia nel 2019 che nel 2020. Il p/e (prezzo/utile) passa da 23,6 a 19,7.

9) Airbus . Prezzo obiettivo di 146 euro (total return del 18,6%) per il gruppo specailizzato nel settore aerospaziale e della difesa, con rating buy, grazie alle buone prospettive di medio termine. Il titolo, che capitalizza 97 miliardi di euro, è scambiato 20 volte l’utile 2019 e 17,7 quello del 2020. Il dividend yield è invece rispettivamente 1,6 e 1,8%.

10) Nestlè. Il prezzo obiettivo del gruppo elvetico è 122 franchi svizzeri, che implica un total return del 13,4%. Il titolo, che capitalizza 32,7 miliardi di franchi, è scambiato 24,4 volte l’utile 2018 e 22,6 quello del prossimo esercizio. Beneficia di economie di scala superiori alla media e margini reddituali molto solidi. Il rendimento della cedola è 2,5% nel 2019 e 2,7% nel 2020.

 

 

Lascia un tuo commento...

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami