DIVIDEND IDEA: IBM

DIVIDEND IDEA: IBM

IBM fa parte di quelle poche società in campo tecnologico che pagano un buon dividendo ai loro azionisti, ormai da molti anni.

Come ben sappiamo coprire quel settore nel portafoglio di dividendi non è semplice, poche società riescono a mantenere un business stabile in un settore sempre in cambiamento tale da comportare un alto rischio di vedere il proprio flusso di cassa fluttuare tra alti e bassi non assicurando quindi un rendimento in costante rialzo nel lungo termine.

IBM tuttavia potrebbe rappresentare un eccezione con i suoi ultimi 19 anni di incremento del dividendo.

 

International Business Machines

Getty Images

VALORE DI MERCATO: $ 120,1 miliardi

RENDIMENTO DA DIVIDENDI: 4,8%

International Business Machines ( IBM , $ 135,59) prevede di tornare alla crescita di punta espandendosi in attività con valore aggiunto più elevato, guidate dai segmenti Cloud e Cognitive Software e Global Business Services.

La società ha notevolmente ampliato la sua presenza nel cloud ibrido a luglio, quando ha chiuso l’acquisizione di Red Hat da $ 34 miliardi. Red Hat sviluppa software open source che consente alle aziende di aggiornare le applicazioni software più vecchie e di gestire i propri dati su data center e provider cloud. L’acquisizione rende IBM più competitiva con i concorrenti del mercato cloud come Microsoft ( MSFT ) e Amazon.com ( AMZN ). Inoltre, le sue nuove funzionalità potrebbero aiutare IBM ad attrarre clienti aziendali più grandi che già si affidano a strategie di cloud ibrido per ordinare, proteggere e analizzare i dati.

Naturalmente, per ora, la linea superiore sta ancora retrocedendo. Ancora. Non molto tempo dopo aver registrato un calo di 22 trimestri di calo delle entrate, IBM ha iniziato un nuovo crollo, che è stato esteso a cinque trimestri consecutivi dopo il rapporto Q3 di ottobre di IBM. Tuttavia, mentre i ricavi complessivi sono diminuiti del 4% su base annua, le vendite di Red Hat sono aumentate del 19% e le entrate del cloud sono migliorate dell’11%.

L’analista di Instinet Jeffrey Kvaal non è stato sbalordito dai risultati complessivi, ma è stato contento di dove IBM ha mostrato forza. “Mentre preferiremmo una sovraperformance più ampia, se fosse data la scelta, prenderemo quello con il multiplo più alto (Red Hat).” L’analista di Wedbush, Moshe Katri, è ancora alla ricerca del passaggio da cambiare. “La linea di fondo, la massiccia acquisizione di $ 34 miliardi da parte di IBM di Red Had (deve) ancora fornire un catalizzatore / trigger positivo per la crescita complessiva della linea di vertice di IBM.”

Il dividendo rimane comunque un punto di forza. IBM ha pagato gli investitori su base regolare dal 1916 e la sua serie di 24 anni di crescita dei dividendi lo allontana di un anno dall’aristocrazia dei dividendi. Inoltre, il suo payout ratio del 74%, pur non lasciando un sacco di margini di miglioramento, è un sacco di cuscino per considerare sicuro il dividendo. E con un rendimento di quasi il 5%, IBM è tra i titoli di dividendi ad alto rendimento più generosi del Dow.

Quindi, mentre le prospettive di crescita di IBM sono confuse, può fornire un reddito considerevole mentre gli investitori aspettano una scintilla.

Articolo originale tratto da : Kiplinger

IBM Chart

IBM data by YCharts

grafico di TipRanks