8 punti da considerare per il 2020

8 punti da considerare per il 2020

 

Vi riporto le parti più interessanti dell’articolo che vi riporto qua sotto e che raccoglie 8 temi fondamentali per capire come muoversi finanziariamente il prossimo anno.
ANNE KATES SMITH del sito Kiplinger riassume alcuni degli aspetti fondamentali da considerare fotografando una visione di insieme che tende all’ottimismo tipico di una ripresa dopo un periodo recessivo.

L’analisi del contesto macroeconomico è fondamentale per comprendere al meglio le dinamiche di investimento e contestualizzarle ma soprattutto per capire come gestire la propria liquidità e l’esposizione al mercato.

 

Ogni mercato toro ha le sue stranezze, ma questo, nella sua vecchiaia, ha sviluppato una doppia personalità. Dopo un’esperienza di pre-morte alla fine del 2018, il toro si è ripreso nel 2019 e il mercato azionario ha raggiunto nuovi massimi, restituendo un incredibile 23% entro la fine di ottobre, come misurato dall’indice di 500 titoli di Standard & Poor.

Eppure, questo non è un toro in carica. È più simile a un Ferdinando, il personaggio del vecchio libro per bambini che rifiuta di combattere. La cosa così strana è che la marcia per registrare i massimi è stata guidata da investimenti favoriti dai timidi: grandi blue chip statunitensi, titoli a bassa volatilità e settori difensivi più richiesti durante i mercati ribassisti che in forti rialzi. Il denaro che fuoriesce dai fondi azionari ha smentito i guadagni dell’indice. “Abbiamo una corsa del 20% nel mercato azionario guidato da tutte le attività ribassiste”, afferma Jim Paulsen, capo stratega degli investimenti del gruppo Leuthold. “Tutto ciò riflette la stranezza di questa ripresa”, afferma. “È veramente un mercato toro guidato da orsi.”

Pensiamo che il toro possa gestire una corsa più modesta nel 2020, con buone probabilità che la leadership di mercato arriverà da settori più tradizionalmente, bene, rialzisti. La familiare litania dei rischi non è scomparsa. Ma piuttosto che ossessionare gli orsi in agguato e un’imminente recessione (almeno per un po ‘), avrà senso mescolare un po’ di offesa con la difesa nel tuo portafoglio.

1. Le azioni continuano a salire.

Risultato immagini per stocks up"Il mercato azionario ha sfidato le probabilità continuando a salire bene fino al suo undicesimo anno, nonostante l’ammorbidimento della crescita degli utili, i timori di recessione e un’enorme nuvola di incertezza indotta dalle tariffe. Alcune di queste probabilità si sposteranno un po ‘di più a favore del toro nel 2020, dato che lo stimolo della banca centrale funziona attraverso l’economia, la crescita degli utili aumenta e gli investitori riacquistano appetito per il rischio mentre almeno un accordo commerciale parziale con la Cina sembra fattibile.

Per essere chiari, non stiamo dicendo di andare all-in sulle azioni in questa fase avanzata della ripresa economica e del mercato toro. Paulsen ritiene che un’adeguata ponderazione del portafoglio ora potrebbe essere circa a metà strada tra qualunque sia l’esposizione massima e l’esposizione media azionaria. E non è il momento di compiacersi, afferma Terri Spath, Chief Investment Officer di Sierra Funds. “Devi essere tattico e avere un piano su come gestire la volatilità”, afferma.

Sembra ragionevole aspettarsi che l’S & P 500 raggiunga un livello compreso tra 3200 e 3300 nel 2020. La fascia conservatrice implica un aumento di prezzo di poco superiore al 5% e, aggiungendo dividendi, un rendimento totale di poco superiore al 7% . 

2. I timori di recessione si ritirano.

Risultato immagini per no recession"La produzione americana si è contratta in ottobre per il terzo mese consecutivo, poiché le tensioni commerciali globali hanno continuato a pesare sul settore. Ma il rapporto è stato un miglioramento rispetto al mese precedente e indici simili mostrano più di una flessione. “Stai vedendo i primi germogli verdi che la recessione manifatturiera sta toccando il fondo”, afferma Lindsey Bell, capo stratega degli investimenti di Ally Invest. 

La spesa aziendale negli Stati Uniti è stata frenata dall’incertezza su un accordo commerciale, dalle conseguenze della Brexit e dall’angoscia sulle elezioni presidenziali. Ma con la disoccupazione ai minimi decennali, i consumatori, che rappresentano la maggior parte dell’economia degli Stati Uniti, rimangono una base forte. Lo stesso vale per la Federal Reserve, che ha tagliato i tassi a breve tre volte da giugno.

3. I guadagni risalgono.

Risultato immagini per corporate earning"Dire che il 2019 è stato un anno deludente per gli utili aziendali è un eufemismo. Gli analisti di Wall Street prevedono una crescita dei profitti tiepida dell’1,3% per il 2019, secondo il tracker degli utili Refinitiv. Ma il contesto è fondamentale: non sorprende che gli utili del 2019 siano rimasti piatti rispetto agli utili del 2018 che sono stati sovralimentati dai tagli delle imposte sulle società.

Per il 2020, gli analisti prevedono una solida crescita degli utili di poco più del 10%. Quelle rosee proiezioni sono senza dubbio alte: considera che un anno fa gli analisti avevano previsto una crescita degli utili del 10% anche per il 2019. Un’aspettativa più realistica per la crescita degli utili nel 2020 è circa la metà della stima del consenso, o dal 5% al 6%, afferma Alec Young, amministratore delegato di FTSE Russell Global Markets Research. Tuttavia, “è sufficiente per mantenere il mercato in crescita”, afferma.

Invertendo le tendenze del 2019, si prevede la più forte crescita degli utili nei settori dell’energia, dei settori industriali e dei materiali, i tre maggiori ritardatari del 2019. Basato sulle stime degli utili per i prossimi quattro trimestri, l’S & P 500 viene scambiato a 17,5 volte gli utili, superiore ai cinque – P / E medio annuo di 16,6 e la media a 10 anni di 14,9, ma lontano dai livelli stravaganti.

4. Le elezioni prevalgono su tutto.

Risultato immagini per election 2020"Prima di preoccuparsi delle elezioni presidenziali del 2020, gli investitori devono prima analizzare la potenziale ricaduta di un impeachment presidenziale – oppure no. L’opinione su Wall Street è che anche se il presidente Trump viene messo sotto accusa, la sua rimozione dall’incarico è improbabile e l’esercizio si rivelerà neutrale per le azioni. “L’intero processo di impeachment è più teatro politico di ogni altra cosa”, afferma Phil Orlando, capo stratega azionario di Federated Investors.

5. L’offesa batte la difesa.

Risultato immagini per faang stocks"Può sembrare controintuitivo in questa fase avanzata, ma il mercato nel 2020 potrebbe premiare un po ‘più l’assunzione di rischi, soprattutto quando si tratta di scommesse su titoli ciclici (quelli che sono più sensibili alle oscillazioni dell’economia). “È stato gratificante essere allineato sulla difensiva negli ultimi 18 mesi”, afferma Mark Luschini, capo stratega degli investimenti presso Janney Capital Management. “Stiamo iniziando a rilevare un passaggio sottile, ma riteniamo persistente, ai settori ciclici. Pensiamo che sia lì che vogliamo essere posizionati nel 2020. “

Considerare le scorte discrezionali dei consumatori (quelle delle società che producono beni di consumo non indispensabili). Gli investitori possono adottare un approccio di ampia portata con il Consumer Discretionary Select Sector SPDR (simbolo XLY , $ 121), un fondo negoziato in borsa le cui partecipazioni principali sono Amazon.com ( AMZN ) e The Home Depot ( HD ). Sam Stovall, capo stratega della società di ricerca CFRA, afferma che i titoli discrezionali preferiti dell’azienda includono i rivenditori automobilistici CarMax ( KMX , $ 93) e O’Reilly Automotive ( ORLY , $ 436). Bank of America Merrill Lynch ha recentemente raccomandato NVR ( NVR, $ 3,637) a seguito di un pullback delle azioni a metà ottobre.

A BofA piacciono anche le azioni di Caterpillar industriale bellwether ( CAT , $ 138) e ha aumentato il suo obiettivo di prezzo di 12 mesi sul titolo da $ 154 a $ 165 per azione. Nel settore finanziario, UBS Investment Bank raccomanda il colosso assicurativo American International Group ( AIG , $ 53) in base alle sue prospettive per migliorare i risultati di sottoscrizione e aumentare i margini di profitto.

La tecnologia è un altro settore promettente per il 2020, ma con una svolta, afferma Paulsen. “I tappi di grandi dimensioni sono troppo posseduti e troppo amati”, afferma. “Anche i nomi più piccoli hanno fatto altrettanto, hanno tassi di crescita più rapidi e non sono nel mirino dei regolatori”, aggiunge. Le azioni dell’indice S&P SmallCap 600 Information Technology si avvicinano quasi allo stesso P / E delle azioni dell’indice S&P 500 infotech, osserva Paulsen, quando la prima in genere ha un premio del 18%. Vale la pena esplorare: ETF Invesco S&P SmallCap Information Technology ( PSCT , $ 91). Le partecipazioni principali includono Cabot Microelectronics ( CCMP ), Viavi Solutions ( VIAV ) e Brooks Automation ( BRKS ).

Non abbandonare le partecipazioni difensive, quali beni di prima necessità, utility o titoli a bassa volatilità. Ma ti consigliamo di cercare i nomi meno costosi. Ad esempio, il Credit Suisse ha stilato un elenco di titoli a bassa volatilità con ciò che l’impresa considera valutazioni più ragionevoli, tra cui la società pubblicitaria Omnicom ( OMC , $ 77) e la società tecnologica Citrix Systems ( CTXS , $ 109).

6. Il valore decolla.

Risultato immagini per value investing"Per anni, i titoli di valore (quelli che sono affari basati su misure aziendali come guadagni o vendite) non hanno tenuto il passo con i titoli di crescita (quelli che aumentano gli utili e le vendite più velocemente dei loro pari). L’indice S&P 500 Value ha seguito la sua controparte di crescita di oltre cinque punti percentuali negli ultimi tre anni. Da settembre, tuttavia, l’indice di valore ha frenato la crescita, tornando al 6,5%, rispetto al 2%. Abbiamo già visto simili falsi. Ma gli analisti di Bank of America Merrill Lynch vedono “una convergenza di segnali per una corsa al valore sostenuta”. Tra questi: gli stock di valore, che tendono a sovrapporsi a settori sensibili alle oscillazioni economiche, in genere sovraperformano quando i dati economici iniziano a rinsaldarsi e quando la crescita degli utili aziendali accelera.

Inoltre, secondo BofA, i gestori di fondi sono stati evitati dai gestori di fondi, lasciandoli sia economici che con molto spazio per l’esecuzione. L’indice di crescita S&P 500 è stato recentemente scambiato con utili 22 volte stimati per l’anno a venire, rispetto a 15 per la sua controparte di valore. Valuta la possibilità di aggiungere valore al tuo portafoglio con due fondi di Kiplinger 25 , l’elenco dei nostri fondi a vuoto preferiti: Dodge & Cox Stock ( DODGX ) e T. Rowe Price Value ( TRVLX ).

7. Tassi bassi.

Risultato immagini per interest rate low"I rendimenti dei titoli del Tesoro a 10 anni sono crollati dell’1,47% la scorsa estate quando i timori di recessione hanno raggiunto un crescendo. Da allora, la Fed ha abbassato i tassi a breve termine e i rendimenti dei titoli del Tesoro a 10 anni sono tornati all’1,7% alla fine di ottobre, ancora una volta più alti dei rendimenti a breve termine, annullando così la temuta recessione presunta dal chiamato curva dei rendimenti invertita. 

8. I mercati d’oltremare si rianimano.

Risultato immagini per european markets"Una combinazione di valutazioni basse e meno venti contrari potrebbe rendere i mercati internazionali degni di essere esplorati nel 2020. Un confronto degli indici di mercato MSCI in relazione ai guadagni previsti mostra che gli Stati Uniti hanno recentemente negoziato a un P / E che si avvicina a 18, rispetto a quasi 14 per l’Eurozona e solo 12 per i mercati emergenti. Nel frattempo, la Banca centrale europea ha lanciato un altro round di stimolo monetario in ottobre e i tassi di allentamento della Fed negli Stati Uniti dovrebbero aiutare a sollevare valute e mercati finanziari nei paesi emergenti. Le tensioni commerciali globali potrebbero ridursi con l’avvicinarsi delle elezioni statunitensi e il divorzio della Gran Bretagna dall’UE ha assunto un tono più civile.

“Le buone notizie sul fronte politico sono recenti e potrebbero richiedere alcuni mesi per rilanciare l’economia globale”, afferma lo stratega del mercato Ed Yardeni, di Yardeni Research. Ma in termini di strategie di portafoglio, afferma, “la linea di fondo è che Stay Home ha sovraperformato Go Global durante la maggior parte dell’attuale mercato rialzista, ma Stay Home potrebbe rimanere in ritardo nei prossimi 6-12 mesi.

Articolo originale: Kiplinger

Lascia un tuo commento...

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami