Statistiche di fine anno e nuovo target 2020

Ciao, da dove posso iniziare questo nuovo blog se non con un bel riassunto del mio portafoglio di fine 2019.

Innanzi tutto dovete sapere che ho iniziato a costruire questo  portafoglio all’incirca due anni fa, il primo titolo che acquistai fu AT&T, dopo la mia due diligence mi pareva un ottimo inizio per partire con il nuovo portafoglio DGI.

Se vi state domandando perchè scelsi proprio T .. be è semplice dai, era ed è un Champion, paga un dividendo tra i più alti della categoria, è anti-ciclico , è un titolo difensivo … ok non vi sto a fare l’analisi .. diciamo che chi investe seguendo questa strategia non può non avere qualche titolo di T in portafoglio! ( Sfortunatamente T non mi paga per consigliare il suo titolo, sia chiaro!)

Negli ultimi due anni ho aggiunto altri titoli lungo il mio percorso, mi piace scegliere e detenere singoli titoli piuttosto che acquistare ETF o fondi, giusto o sbagliato è quello che ritengo migliore per la mia strategia, e non è detto che sia anche la soluzione migliore per te. 

Se ritieni che possedere singoli titoli nel tuo portafoglio sia per te la strada migliore allora prosegui a leggere questo articolo introduttivo, ti mostrerò come gestisco il mio portafoglio DGI. Inoltre ti aggiornerò ogni mese sulle variazioni che apporto pubblicando un articolo sul sito.

Iniziamo con le mie azioni da dividendo, al termine del 2019 il mio paniere conta 59 titoli, andiamo a vedere quali sono nell’immagine sotto.

Come puoi vedere il portafoglio è composto da diverse Società appartenenti a diversi Paesi di tutto il Mondo.

Ogni Titolo appartenente al mio portafoglio è inoltre rappresentante di un settore specifico, per questo motivo tengo traccia dell’esposizione settoriale in quanto è bene non esporsi in maniera eccessiva in un particolare settore per non essere troppo esposti in caso di cambiamenti strutturali legati ad un determinato ambiente di Business.

Come potere vedere ci sono alcuni settori che prediligo in modo particolare, ma nessuno supera il 20% del totale portafoglio.

Un altro aspetto legato alla diversificazione, che mi piace seguire con interesse, è l’esposizione alle diverse valute che come sappiamo comportano sempre un rischio cambio da valutare con attenzione.

Di seguito vi riporto la mia situazione, sempre riferita al 31/12/2019.

 

I DIVIDENDI

Parliamo ora della distribuzione cedolare che ricevo dalle mie Società:

TARGET 2019 = euro 3.000,00 

IMPORTO RAGGIUNTO = euro 3.140

 Target raggiunto! , questa è la cosa più importante, l’obiettivo principale da perseguire per ogni investitore DGI.

Il superamento del target è stato raggiunto grazie all’apporto di nuovo capitale e al reinvestimento dei dividendi percepiti.

Ora ti mostro due grafici, nel primo puoi vedere quali titoli hanno maggiormente contribuito alla mia macchina da dividendi, mentre nel secondo tengo sotto controllo quello che nell’acronimo DGI rappresenta la G cioè Growth ( ovvero la crescita organica dei dividendi). 


CRESCITA ORGANICA DIVIDENDI
La crescita nel 2019 dei dividendi invece è stata solo del 1.66% , questo parametro va sostanzialmente bene fintanto che l’inflazione rimane bassa, ma è sicuramente un aspetto che devo migliorare per il futuro. 

Come vedi dal grafico, inoltre, ci sono 4 titoli che hanno tagliato la loro distribuzione per questo motivo sono tutti in lista per essere venduti, dato che la mia personale strategia prevede la vendita dei titoli che tagliano il loro dividendo. ( In realtà faccio delle eccezioni per i titoli europei, è un parametro che ognuno di voi deve gestire secondo le proprie analisi).

Sempre relativamente ai dividendi percepiti , vorrei mostrarti come seguo le distribuzioni mensili, che aggiornerò ogni mese proprio in queste pagine del blog e che troverai in Emiliano’s Dividendi.

Nel primo grafico vedi le entrare con il confronto sull’anno precedente.

Nel secondo tengo traccia del target annuale calcolando il totale annuo che viene aggiornato in tempo reale e che troverai in Emiliano’s Target.

 

 

CONCLUSIONE 

Il 2019 è stato un anno molto molto positivo per quanto riguarda la rivalutazione del capitale, i principale indici mondiali sono saliti complessivamente del 30% circa, performance che non si registravano dal 2013.

Il mio portafoglio è si è comportato meglio del previsto, in linea con gli indici, senza dubbio un aspetto molto positivo in quanto la maggior parte dei titoli che compongono il mio portafoglio DGI sono a carattere difensivo e quindi crescono meno quando il mercato sale forte.

Come ho ottenuto il mio TR ( total return) nel 2019:

. Aumento del capitale rispetto l’anno precedente = 25% circa

. Media rendita portafoglio da dividendi = 5,5% circa

N.B:Le rendite si intendono al lordo delle imposte e al netto delle commissioni di compravendita.

 

Complessivamente come va il portafoglio da quando ho iniziato?

Ecco allora che calcolo il CAGR un indice di rendita annualizzato :

da inizio al 31/12/2019 = 8.24%

 

Per il 2020 mi aspetto un crescita molto inferiore dei mercati rispetto al 2019, di conseguenza penso che il portafoglio crescerà di poco in termini di rivalutazione del capitale. 

Per quanto riguarda i dividendi il nuovo target è fissato a euro 4.500,00 netti totali.

Ovviamente sono riflessioni di inizio anno, non so come il mercato si comporterà e nessuno lo sa, diffidate sempre quindi di chi vi “vende” performance sicure a breve termine.

Concludo qui questo piccolo specchietto sul mio portafoglio, ho cercato di includere gli aspetti che ritenevo più interessanti per farti capire, almeno un pochino, come poter perseguire questa strategia e spero di esserti stato di aiuto in qualche modo.

Se vorrai continuare a seguire il mio percorso.. ora conosci la strada!

Lascia un tuo commento...

Please Login to comment
  Subscribe  
Notificami