3 Titoli da dividendo da acquistare questo mese !!

3 Titoli da dividendo da acquistare questo mese !!

Articolo originale tratto da : The Motley Fool

Risultato immagini per verizonVerizon Communications ( NYSE: VZ )

Verizon  deve affrontare diverse sfide per essere sicuro. Sta ancora cercando di capire cosa fare con le sue proprietà web in deterioramento Yahoo! e AOL e l’ imminente combinazione di T-Mobile e Sprint  potrebbe creare un altro formidabile concorrente.

Tutto ciò sembra avere un prezzo, tuttavia, e forse di più. Il titolo è ora scambiato con un P / E finale inferiore a 12,0 e un P / E  e forward di soli 11,3, entrambi i quali sono bassi come in qualsiasi momento negli ultimi quattro trimestri.

I consumatori possono posticipare l’acquisto di un veicolo o saltare una vacanza se i soldi sono pochi, ma raramente annullano il loro servizio telefonico. A tale proposito, Verizon è quasi affidabile quanto un’utilità, in termini di addebiti ai clienti ogni mese e, a sua volta, in termini di ciò che passa agli azionisti ogni trimestre.

La sua leadership nell’arena del 5G dovrebbe guidare anche la crescita, a sua volta guidando gli utili che hanno più che adeguatamente coperto il suo dividendo in costante aumento. Gli utili per azione degli ultimi quattro trimestri segnalati ammontano a $ 4,65, rispetto al pagamento del dividendo complessivo dello scorso anno di $ 2,44 per azione, un dividendo che la società ha aumentato per 13 anni consecutivi.

 

Risultato immagini per bpBP ( NYSE: BP )

Per quanto le cose siano state difficili per il mercato negli ultimi tempi, sono state ancora più ruvide (e più a lungo) per il greggio. I prezzi del West Texas Intermediate (WTI) sono scesi da quasi $ 65 al barile a gennaio a $ 34 ora, e potrebbero essere pronti a scendere ancora di più. Ciò rende difficile essere un fan di qualsiasi nome di energia , anche per una centrale elettrica come BP  .

Ma come dice il Warren Buffett, abbiate paura quando gli altri sono avidi e avidi quando gli altri hanno paura. Itraders sono piuttosto terrorizzati dal fatto che i prezzi del greggio potrebbero continuare a scivolare, ma questo particolare prodotto ha un modo divertente di invertire la rotta in grande stile quando le cose sembrano desolate.  Dopo che il WTI è precipitato da quasi $ 76 al barile nell’ottobre 2018 a $ 43 solo due mesi dopo, è tornato a $ 66 entro aprile dello scorso anno. Certo, la scorsa settimana l’OPEC non è riuscito a ridurre la produzione e il petrolio è crollato. I prezzi del greggio potrebbero essere al punto di capitolazione ora che hanno un prezzo a livelli che spingerà più produttori a smettere di perforare.

In ogni caso, mentre i consumatori potrebbero addirittura ridurre il consumo di benzina per un po ‘, non smetteranno di guidare del tutto. Ciò contribuirà a continuare a guidare il dividendo per il titolo, che attualmente produce il 7,9%. I nuovi arrivati ​​entreranno anche in una società che, come spiega il collega Fool Rekha Khandelwal , aveva già “piani per ridurre la leva finanziaria e far crescere i flussi di cassa liberi che rendono il suo rendimento attraente, specialmente per gli investitori in reddito”.

 

Risultato immagini per ppl stockPPL ( NYSE: PPL )

Infine, se credi nel seguire i cosiddetti soldi intelligenti, considera l’utility PPL . Point72 Asset Management, guidato dal miliardario Steve Cohen, ha acquistato oltre 2,5 milioni di azioni della società durante l’ultimo trimestre del 2019, sebbene abbia avuto un rialzo quando Wellington Management Group ha acquistato quasi 2,6 milioni di azioni della società elettrica con sede in Pennsylvania.

Questa non è necessariamente una grande partecipazione per nessuno dei due portafogli, ma, date le dimensioni di ciascun fondo e la capitalizzazione di mercato relativamente modesta di $ 24,4 miliardi di PPL.

L’interesse per il nome insolito non è tremendamente difficile da capire. A parte un dividendo affidabile che attualmente si traduce in un rendimento del 5,24%, PPL offre sicurezza in un mare di incertezza . Con o senza lo spavento del coronavirus e la paura di un crollo marcato in atto, l’imminente ritiro del CEO William Spence rende possedere PPL qualcosa di rischioso. Il nuovo capo Vincent Sorgi guiderà l’azienda in una direzione radicalmente diversa e forse meno redditizia rispetto a Spence? Probabilmente no, le utility più o meno funzionano da sole.

Ad ogni modo, con otto anni di crescita dei dividendi al suo attivo e un veterano del settore al timone, la scommessa complessiva favorisce gli acquirenti più dei venditori.

Saltati un po gli schemi , occorre modificare l’analisi tecnica dei titoli e valutare in modo diverso quella dei dati fondamentali, insomma pare che il mondo sia cambiato con l’arrivo del COVID-19.

Ho selezionato questo articolo perchè senza fare ulteriori analisi tecniche o fondamentali i titoli menzionati oggi rappresentano un interessante prospettiva per il futuro, indipendentemente da come andranno i corsi dei mercati nei prossimi mesi.

VZ: Titolo che seguo da tempo, sempre in WL in quanto ho mancato l’acquisto attorno ai 45$ zona che considero tutt’oggi un ottimo livello di prezzo, comunque un acquisto ai valori attuali genera un’ ottima resa ben coperta. Molto interessante.

BP: Come sapete non amo il settore oil, anche se ultimamente ho fatto qualche acquisto per coprire parzialmente il settore e poi con il WTI a questi livelli credo che qualcosa si possa mettere in portafoglio, ma sempre sottopesato. BP può essere un ottima scelta.

PPL: Ho già questa utility a portafoglio, acquistata a prezzi più alti di quelli odierni, personalmente valuto un incremento a questi prezzi. Il settore è tra i miei preferiti.

Questo scritto è redatto a solo scopo informativo, può essere modificato in qualsiasi momento e NON può essere considerato sollecitazione al pubblico risparmio. Il sito web non garantisce la correttezza e non si assume la responsabilità in merito all’uso delle informazioni ivi riportate.

Ho scritto questo articolo da solo ed esprime le mie opinioni. Non ricevo un compenso per questo  Non ho alcun rapporto commerciale con alcuna società i cui titoli sono menzionati in questo articolo.