Forum

Devi accedere per creare messaggi e topic.

ENEL

12

Mediobanca conferma il giudizio outperform e incrementa il target da 7,50 a 8,60 euro. Alla fine della scorsa settimana Enel ha annunciato i dati preliminari 2019: ricavi a 80,3 miliardi di euro (+6,1% a/a), EBITDA ordinario a 17,9 miliardi (+10,5% a/a), indebitamento netto a 45,2 miliardi (41,1 a fine 2018).

Utile netto ordinario a 4.767 milioni di euro (4.060 milioni di euro nel 2018, +17,4%) e ricavi a 80.327 milioni di euro (75.575 milioni di euro nel 2018, +6,3%) per Enel che alza il velo sui risultati dell´esercizio 2019. Il margine operativo lordo ordinario (EBITDA ordinario) del 2019 ammonta a 17.905 milioni di euro, con un incremento di 1.747 milioni di euro rispetto al 2018 (+10,8%). Il risultato operativo (EBIT) del 2019 ammonta a 6.878 milioni di euro, in diminuzione di 3.022 milioni di euro (-30,5%) rispetto al 2018.Il dividendo complessivo proposto a 0,328 euro per azione 

In un report sul settore utilities europeo, gli analisti di Barclays hanno confermato la raccomandazione equalweight su Enel, riducendo però il prezzo obiettivo del 14% a 6,9 euro dagli 8 indicati in precedenza. "Basato sui nostri calcoli - asseriscono gli analisti - il prezzo delle azioni di Enel ha già scontato il valore della pipeline di energie rinnovabili a zero. Vediamo un certo rialzo in termini di valore della pipeline"

ENEL, UTILE NETTO ORDINARIO IN CRESCITA DEL 10,5% NEL PRIMO
TRIMESTRE 2020
 Ricavi a 19.985 milioni di euro (22.755 milioni di euro nel primo trimestre 2019, -12,2%)
 la variazione è principalmente attribuibile ai minori volumi delle vendite di energia elettrica
in Italia e Spagna e di gas in Spagna, alle attività di Generazione Termoelettrica e Trading
in Italia per le minori attività di trading e per gli effetti connessi all’applicazione delle
interpretazioni dell’IFRIC1
, nonché all’effetto cambi negativo in particolare in Brasile, Cile
e Colombia
 EBITDA a 4.708 milioni di euro (4.548 milioni di euro nel primo trimestre 2019, +3,5%)
 EBITDA ordinario a 4.741 milioni di euro (4.454 milioni di euro nel primo trimestre 2019, +6,4%) al
netto delle partite straordinarie dei periodi a confronto
 incremento guidato dai migliori risultati della Generazione Termoelettrica e Trading, dal
maggiore apporto produttivo di Enel Green Power e dagli effetti derivanti dal rinnovo del “V
Accordo Quadro sul Lavoro in Endesa” in Spagna che hanno più che compensato il negativo
andamento dei cambi in America Latina
 EBIT a 3.109 milioni di euro (2.981 milioni di euro nel primo trimestre 2019, +4,3%)
 Risultato netto del Gruppo a 1.247 milioni di euro (1.256 milioni di euro nel primo trimestre 2019,
-0,7%)
 Utile netto ordinario del Gruppo a 1.281 milioni di euro (1.159 milioni di euro nel primo trimestre
2019, +10,5%) al netto delle partite straordinarie dei periodi a confronto
 incremento guidato dal miglior risultato della gestione operativa ordinaria
 Indebitamento finanziario netto a 47.097 milioni di euro (45.175 milioni di euro a fine 2019, +4,3%)
 in aumento anche per effetto degli investimenti del periodo

Si informano i Signori Azionisti che l’Assemblea di Enel S.p.A., tenutasi in data 14 maggio
2020, ha approvato il bilancio di esercizio della Società al 31 dicembre 2019 e ha quindi
deliberato di porre in pagamento il saldo del dividendo relativo all’esercizio 2019, pari a
0,168 euro per azione, a decorrere dal 22 luglio 2020, con “data stacco” della cedola n.
32 coincidente con il 20 luglio 2020 e record date (ossia data di legittimazione al
pagamento del dividendo stesso) coincidente con il 21 luglio 2020.
A tale dividendo non compete alcun credito d’imposta. Esso, ove non soggetto a ritenuta
alla fonte a titolo di imposta o ad imposta sostitutiva, concorre alla formazione del reddito
imponibile del soggetto percipiente in ragione del proprio regime.
I Signori Azionisti potranno riscuotere il dividendo presso i rispettivi intermediari.

12